le origini

DAL 1963
Un'arte che si tramanda da padre in figlio, l'arte che sopravvive al tempo.
Da oltre 60 anni, la storia della sartoria napoletana da Mario a Gennaro.
Sartoria Formosa nasce da un sogno, letteralmente. Nel 1951 Mario ebbe un sogno premonitore: sarebbe diventato sarto!
Artigiano simbolo della prestigiosa arte sartoriale napoletana a soli otto anni manifesta il desiderio di fare il sarto e comincia a lavorare come garzone presso la bottega di un amico del padre. La sua passione per il cucito e l'esperienza che negli anni va maturando presso alcuni grandi tagliatori napoletani, Quintano, Tamburrino e soprattutto Roberto Combattente, determineranno la sua rapida ascesa nel mondo della sartoria.
A soli 20 anni, nel 1963, realizza il suo sogno, apre il laboratorio di via Cavallerizza a Chiaia, dove per quasi cinquant'anni creerà abiti per uomini di spicco del mondo economico, della politica, dello sport e dell'alta società. La sua grande abilità sta proprio nella capacità di interpretare le esigenze del cliente, creando soluzioni rispondenti alla sua attività e al suo stile di vita. I suoi abiti, caratterizzati dal taglio avvitato e dalla spalla scesa, sono dinamici, attuali, ma sempre nel rispetto della tradizione.
Nel 2005 il figlio Gennaro ha l'intuizione di abbinare alla produzione di abiti su misura quella di camicie realizzate esclusivamente a mano da abili artigiani napoletani.